L'inquadratura messa in evidenza per la foto di una ragazza che ride guardando la fotocamera

L’inquadratura

7 consigli per scegliere l'inquadratura corretta e far risaltare i soggetti delle vostre fotografie

Un’antica cattedrale o un'imponente catena montuosa - durante le vacanze ci imbattiamo in un’infinità di soggetti da fotografare e immortalare per sempre. Purtroppo, svanito l'entusiasmo del momento, si finisce spesso per realizzare foto piatte e prive si vivacità. La scelta dell'inquadratura corretta, invece, è fondamentale per donare alle vostre foto il giusto tocco di profondità e movimento. Quindi, per far risaltare a dovere i vostri soggetti, dedicate il tempo necessario per individuare un’inquadratura adatta alla situazione.

1. Scattare più foto variando l'inquadratura

Grazie all'avvento della fotografia digitale e alla continua crescita dello spazio di memoria messo a disposizione dalle schede delle fotocamere digitali, non bisogna più prestare attenzione al numero di foto che si scattano. Approfittate di uno dei maggiori vantaggi della fotografia digitale e, per sicurezza, abbondate con il numero dei vostri scatti! Il consiglio generale è di ritrarre un soggetto sempre con tre diverse inquadrature, così da poter poi scartare quelle che vi convincono di meno. Non correte il rischio di ritrovarvi con un'unica inquadratura incapace di far risaltare il vostro soggetto.

Consiglio

Grazie al software gratuito, ifolor Designer, potete modificare e migliorare i vostri scatti anche in un secondo momento, durante la fase di acquisto del prodotto.

2. La regola dei terzi

La regola dei terzi è una versione semplificata della più nota regola della "sezione aurea". La foto viene cioè divisa in astratto da tre linee orizzontali e da tre verticali, in modo da ottenere settori di uguale dimensione. Le linee immaginarie suddividono così la vostra inquadratura in nove spazi uguali, generando quattro punti di intersezione. Per ottenere un soggetto armonico, posizionate l’elemento centrale della vostra foto lungo le linee o sui punti di intersezione.

3. La centralità del messaggio

L'effetto finale di una foto cambia profondamente a seconda che il soggetto principale si trovi nel mezzo o in una posizione laterale. Va detto che spesso un soggetto posizionato nel centro risulta banale e scontato. Sperimentate un po' e provate a spostare il vostro soggetto sulla sinistra o sulla destra, ai bordi della foto. Scattando diverse foto e variando la posizione del vostro soggetto, potrete poi confrontare i diversi effetti e selezionare quello che vi convince maggiormente.

4. Dare la giusta profondità alla foto

Ci sono centinaia di foto di imponenti catene montuose o di tramonti su spiagge da sogno che, nonostante la magia dei soggetti, non sono in grado di comunicarci alcuna emozione. Questi scatti non sanno purtroppo ricreare l'atmosfera vissuta durante le vacanze. Se siete alle prese con un paesaggio al mare, selezionate e concentratevi su un soggetto vicino a voi. In questo modo riuscirete a rendere al meglio la sensazione di lontananza e ampiezza del luogo. Un pontile o una nave di passaggio, ad esempio, possono rendere il vostro scatto unico e interessante.

5. Less is better

Una foto è per natura uno spazio limitato da una cornice, ed è sempre un errore cercare di far entrare in una piccola inquadratura una quantità eccessiva di cose e persone. Questo genere di foto finisce per risultare troppo carico e confuso, e il motivo principale tende a perdersi nei mille dettagli ripresi. Quando fotografate, pensate per prima cosa a cosa volete venga raccontato dalla vostra fotografia e a quali elementi possano contribuire o infastidire la vostra personale storia.

Un'inquadratura evidenziata: una città di notte

Consiglio

Non tutti i soggetti sono fatti per essere incorniciati. Alcuni devono essere stampati su una tela o su del vetro acrilico per risaltare a dovere.

6. Tagliare i soggetti

La maggior parte degli osservatori si aspetta di vedere un soggetto rappresentato nella sua interezza, e prova un senso di fastidio quando si ritrova davanti ad una foto in cui il soggetto è ritratto solo in parte. Al contrario di quanto si possa pensare, un motivo tagliato risulta molto più interessante ed è in grado di comunicare meglio l'atmosfera e il clima della situazione che si sta ritraendo. Motivi fotografati solo in parte rendono lo scatto più vivo e attivano la fantasia degli osservatori, invitati ad immaginare come termina il soggetto ritratto.

Un'inquadratura messa in evidenza: una scimmia

7. Ritoccare le foto

Spesso conviene passare in rassegna il proprio archivio fotografico e ritoccare, in un secondo momento, gli scatti meno riusciti. Con un po' di pazienza, la voglia di sperimentare e qualche semplice accorgimento potete trasformare le foto più caotiche e confuse in scatti armonici ed emozionanti. Una volta apportate le modifiche che desiderate, non vi resta che stampare le foto e rivivere i momenti a cui siete più legati.

La vostra foto come decorazione da parete

Con le decorazioni da parete di ifolor potete portare una ventata di aria fresca tra le pareti di casa vostra: stampate le vostre foto su materiali di qualità, come l'alluminio, la tela o il vetro acrilico e riscoprite, giorno dopo giorno, gli scatti a cui siete più legati!

Altri contributi