Un auto in corsa lascia una scia luminosa se fotografata, di notte, con tempi di esposizione lunghi

Tempi di esposizione lunghi per delle meravigliose foto notturne con la GoPro

La riprese notturne appartengono ad una delle discipline più importanti e ardue della tecnica fotografica. Con i nostri consigli, però, sarete presto in grado di realizzare spettacolari foto anche in scarse condizioni di luce.v

 

Tutti sanno che all'alba o di notte è possibile scovare motivi dal fascino unico. Ma quando nell'ambiente circostante al vostro soggetto c'è a disposizione pochissima luce, può diventare difficile scattare foto di qualità. Molte riprese vengono così mosse o sfuocate. Anche sott'acqua le condizioni di luce non sono delle migliori. Come altre macchina, la GoPro ha qualche difficoltà quando si tratta di realizzare foto in cattive condizioni di luce perché è stata pensata e ideata per la fotografia sportiva e non per le riprese notturne. Con alcuni trucchi, però, sarete in grado di realizzare anche con una macchina GoPro delle riprese notturne meravigliose.

Un piccolo accorgimento prima di iniziare: purtroppo alcuni dei consigli che troverete nell'articolo sono applicabili solo ai modelli più recenti, come l'edizione GoPro HERO4.

Giocare con tempi di esposizione lunghi

Con una nuova funzione, che è però in dotazione solo nella nuova edizione GoPro HERO4 Black, si possono ottenere incredibili foto notturne. La funzione per le riprese notturne dell'edizione Black fa si che le foto vengano scattate con dei tempi di esposizione più lunghi di quelli usati di solito, il che può a volte portare a dei risultati abbastanza insoliti. Qui potete davvero liberare la vostra fantasia: potete sperimentare con diverse fonti di luce (per esempio con le candele magiche o le luci chimiche), potete sfumare successioni di movimenti o „scrivere“ con una luce nel buio. Ovviamente c'è anche la possibilità di realizzare un time lapse in modalità notturna. Ci sono davvero infinite possibilità di sperimentazione con le funzioni notturne messe a disposizione dalla vostra GoPro.

Spot meter vs schiarimento automatico

Nel caso non lo sappiate ancora, le vostre GoPro hanno in dotazione la cosiddetta funzione spot meter, che permette di ritrarre dei motivi chiari in ambienti scuri. Senza questa funzione la action cam cerca di schiarire in automatico l'ambientazione troppo scura. Questa operazione comporta però sempre o una perdita di qualità o l'ulteriore schiarimento di un motivo già chiaro di per sé, con risultati spesso deludenti. Questa funzione, inoltre, vi può aiutare a rappresentare i vostri soggetti in modo creativo e originale. Provare per credere!

Una città di notte – fotografata da una GoPro con e senza spotmeter

Gestire le impostazione con la app GoPro

Tramite la funzione WiFi della GoPro e della app per smartphone, gestire le impostazioni della macchina è diventato ancora più facile. Dal momento che a volte si possono avere problemi a leggere sul piccolo schermo della GoPro tutte le funzioni più importanti, collegare la macchina ad uno smartphone o un tablet può essere una pratica soluzione. Potete così apportare modifiche alle impostazioni direttamente da questi apparecchi e poi trasferirle sulla GoPro. Potete anche visualizzare un'anteprima e quindi verificare subito come viene rappresentato il soggetto con le impostazioni che avete appena regolato. Anche se questa rappresentazione non è precisissima e si discosterà sicuramente un po' dall'effettivo risultato che otterrete, può ugualmente essere uno strumento utile. Dopo aver scattato le foto potete visualizzarle sull'apparecchio in una dimensione più che soddisfacente.

Regolare la frequenza dei fotogrammi con la modalità automatica low light

Anche questa funzione fa riferimento solo ai nuovi modelli (a partire dalla serie HERO3+) e si preoccupa di adattare la frequenza dei fotogrammi alle condizioni di luce. La GoPro fa questa azione in modo automatico e non richiede alcuna impostazione manuale da parte degli utenti. È una funzione molto utile perché permette di passare da settori chiari a settori scuri in modo semplice e senza complicazioni, senza quindi l'impegno di dover reimpostare la macchina.

Per finire: è ovvio che la vera forza delle GoPro sta soprattutto nella capacità di realizzare video e foto ad altissima qualità e che non si tratta di un apparecchio pensato per le riprese notturne. Con i nostri consigli e le giuste impostazioni potete però trarre il meglio che si può da questa macchina e ottenere delle riprese notturne di buon livello.

Una città di notte – fotografata da una GoPro con e senza spotmeter

Altri contributi

In alto