Diversi obiettivi fotografici accostati

Qual è l’obiettivo fotografico più adatto alla mia reflex?

Un buon obiettivo fotografico è un elemento indispensabile per ottenere delle fotografie ben riuscite. Il sistema ottico di raccolta della luce della fotocamera è quello che garantisce un'immagine precisa di un soggetto. Per l’acquisto di un obiettivo fotografico, vanno considerati, oltre allo scopo di utilizzo, due criteri fondamentali: la lunghezza focale e il diaframma.

Grit Hiersemann

Grit Hiersemann (fotografo di professione di Jena/Germania) consiglia: «Già durante la scelta della macchina fotografica è necessario prestare attenzione alla marca che si vuole acquistare. Mentre nelle Nikon la tecnologia principale è integrata nel corpo della macchina fotografica, nelle Canon questa è incorporata nell’obiettivo. È importante ricordare, inoltre, che non tutti gli obiettivi sono adatti a ogni fotocamera, poiché le misure di aggancio alla camera variano a seconda della marca.»

I due criteri principali per la scelta dell’obiettivo fotografico più adatto

La lunghezza focale

Nella scelta dell’obiettivo, è possibile orientarsi fra un obiettivo a lunghezza focale fissa o un obiettivo zoom (con più lunghezze focali integrate).

Il vantaggio degli obiettivi a lunghezza focale fissa risiede nel design più compatto; gli obiettivi zoom invece possono essere impostati in modo più flessibile. Questi ultimi sono pratici soprattutto per coloro che vogliono essere preparati a tutte le eventualità durante i loro viaggi. Gli obiettivi zoom sono anche più adatti per gli amatori che non vogliono acquistare una moltitudine di obiettivi diversi. Dal canto suo, anche se meno flessibile, l’obiettivo a lunghezza focale fissa garantisce scatti più brillanti e più nitidi.

La lunghezza focale è una proprietà invariabile dell'obiettivo. Le diverse dimensioni dei sensori delle fotocamere generano il cosiddetto fattore di crop. A seconda delle dimensioni del sensore fotografico, l’inquadratura dell'immagine cambia quando si utilizza lo stesso obiettivo. Il sensore di immagine di molte reflex digitali in uso, in formato APS-C, con un fattore da 1,5 (Canon) a 1,6 (Nikon), è più piccolo rispetto al formato 24 mm × 36 mm (formato standard). Un obiettivo con una lunghezza focale di 50 mm su una fotocamera APS-C funziona, quindi, come un obiettivo con una lunghezza focale di 80 mm su una fotocamera full-frame. Nella pratica, tuttavia, questo non è così rilevante per la maggior parte dei fotografi amatoriali, in quanto il fattore di crop è significativo solo in relazione al formato 35mm e dipende, in ultima analisi, da quale esperienza si ha avuto con la propria macchina fotografica.

Indicazione della lunghezza focale su un obiettivo

Il diaframma

Il diaframma, utilizzato per regolare la lunghezza focale dell'obiettivo, determina la quantità di luce che attraversa l’ottica alla sua apertura.

Il rapporto tra la lunghezza focale e l’apertura del diaframma è detto valore di esposizione, e viene indicato dalle scale 1/x o f/x. Maggiore è il denominatore della frazione, minore è la luminosità che raggiunge il sensore all’apertura del diaframma. Si parla in questo caso di un diaframma più chiuso. Se il valore "x" al di sotto della linea di frazione è basso, si parla invece di un valore di esposizione ampio. In questo caso, il diaframma è aperto e molta luce raggiunge il sensore della fotocamera.

Un altro termine spesso utilizzato per indicare il valore di apertura è il "numero f". Il valore di f è il singolo valore "x" senza la linea di frazione. Se si utilizza il termine "numero f", la regola precedentemente menzionata viene invertita. Un diaframma più chiuso è definito da un valore di f più grande, mentre un diaframma più grande da un valore di f più piccolo.

L'apertura del diaframma regola non solo la quantità di luce che raggiunge il sensore, ma anche la dimensione della zona nitida di un'immagine. Con un valore di apertura alto, come f/1.8, l'area di messa a fuoco è concentrata, con uno sfondo molto sfocato. Se uno scatto deve essere messo a fuoco interamente, è necessario avere, ad esempio, un basso valore di apertura di f/16 o inferiore.

Quando l'apertura massima di un obiettivo viene impostata in relazione alla lunghezza focale, si ottiene la luminosità di un obiettivo, che è anche una caratteristica di qualità di un obiettivo.

Cinque tipi di obiettivi fotografici

Foto di un obiettivo grandangolare da 10 a 18 mm

Obiettivi grandangolari per foto panoramiche sensazionali

Gli obiettivi grandangolari sono disponibili in diverse misure, con o senza paraluce. La caratteristica che li contraddistingue: poter scattare foto sensazionali senza perdere la visione d’insieme. Specialmente per fotografare paesaggi, elementi architettonici, interni e per le foto di gruppo, il fotografo può beneficiare al meglio dell’obiettivo grandangolare. La combinazione di diversi obiettivi consente una lunghezza focale breve e una grande profondità di campo nonostante la grande apertura. Questo strumento può essere utilizzato per regolare le caratteristiche dello scatto, ad esempio mettendo a risalto il primo piano con l'effetto di uno sfondo molto lontano. La combinazione di questo effetto con l'ampio angolo di visuale permette di fotografare panorami eccezionali.

  • Lunghezza focale: obiettivo grandangolare inferiore ai 50 mm, obiettivi super grandangolari sotto i 20 mm
  • Profondità di campo: ampia, nonostante una lunghezza focale minima
  • Adatto per: grandi inquadrature, scatti panoramici, scatti paesaggistici, fotografia immobiliare

Consiglio: La camera deve essere mantenuta il più orizzontale possibile. Pertanto, si consiglia di usare un cavalletto.

Vantaggi: Rende possibili grandi inquadrature con una messa a fuoco ampia.

Svantaggi: I soggetti al di fuori del centro dell'immagine vengono visualizzati più distorti nel grandangolo, rispetto a una lunghezza focale standard di 50 mm. Pertanto, gli obiettivi grandangolari non sono adatti alla ritrattistica.

Un obiettivo macro, riposto nella custodia

Obiettivi macro per primi piani ben riusciti

Se desiderate fotografare piatti, fiori, animali di piccole dimensioni o insetti, un obiettivo macro è ciò che fa al caso vostro. Con una scala di immagine di 1:2 o 1:1 è possibile fotografare primi piani affascinanti. Anche se gli obiettivi macro sono un po' più pesanti, questo tipo di obiettivo è da raccomandare a tutti i fotografi naturalisti. Dopotutto si dice che, una volta iniziato con un obiettivo macro, non si può ritornare sui propri passi.

Chi invece scatta raramente foto macro non ha bisogno di acquistare un altro costoso obiettivo; l’obiettivo standard può essere infatti regolato per la fotografia macro, con una lente macro addizionale, un tubo di prolunga o un anello di inversione macro.

Scatto in primo piano della rugiada mattutina su una foglia

Grit Hiersemann consiglia: «Chiunque voglia risparmiare un po' di soldi e non voglia comprare un costoso obiettivo macro per fotografare una formica o un'ape su un fiore, può usare i tubi di prolunga. È possibile acquistare un set da tre per una cifra relativamente economica, se misurata all'effetto raggiunto. I tubi di prolunga vanno semplicemente avvitati tra l'obiettivo e la fotocamera, ottenendo così quasi lo stesso effetto di un obiettivo macro.»

Poiché il tempo di esposizione degli obiettivi macro è più lungo rispetto agli altri obiettivi, e gli animali sono spesso già fuggiti prima che la foto sia stata scattata, è possibile acquistare un teleobiettivo macro. I teleobiettivi sono obiettivi con una lunghezza focale superiore a 50 mm. Quando si utilizza un obiettivo con una lunghezza focale di 100 mm, è possibile scegliere una maggiore distanza dal soggetto senza rinunciare alle caratteristiche dell'immagine desiderata.

  • Lunghezza focale: 60-100 mm
  • Profondità di campo: bassa in una lunghezza focale minima
  • Adatto per: foto naturalistiche, foto di piante, foto di insetti

Consiglio: Osservare sempre il limite di distanza ravvicinata indicato sull’obiettivo. Questo valore indica la distanza minima tra il soggetto e l’obiettivo.

Vantaggi: Offre le migliori caratteristiche per le inquadrature dei primi piani. I soggetti possono essere in questo modo ripresi meglio.

Svantaggi: Gli obiettivi dispongono di un’intensità luminosa bassa e per mettere a fuoco le immagini è necessaria una minore distanza dal soggetto della foto.

Fotocamera con kit di un obiettivo da 18 a 55 mm

Obiettivi standard

Un obiettivo standard, dotato di tutte le lunghezze focali più importanti, è ottimale per iniziare con la fotografia e si adatta alla maggior parte degli scopi fotografici. La maggior parte degli obiettivi ha un'apertura che può essere regolata all'infinito, utilizzando la ghiera del diaframma e la ghiera di messa a fuoco, e dispone di una grande varietà di impostazioni per regolare la nitidezza. Che si tratti di scattare foto naturalistiche o di viaggio, un obiettivo standard può essere utilizzato in modo flessibile per la maggior parte degli scopi, grazie all'ampia gamma di lunghezze focali da 18-55 mm e all'aggiunta del sensore e della lente convergente. Riposto in una custodia sicura, l'obiettivo può essere facilmente trasportato ovunque, per essere rapidamente estratto nel momento più opportuno.

  • Lunghezza focale: 18-55 mm
  • Adatto per: situazioni quotidiane, fotografie naturalistiche, fotografie di viaggio

Vantaggi: Gli obiettivi sono facili da trasportare, adatti a quasi tutti i motivi e offrono molta flessibilità nelle impostazioni.

Svantaggi: Non è possibile fare un primo piano da lunghe distanze.

Lunghezza focale fissa come obiettivo da ritratto

Lunghezza focale fissa come obiettivo da ritratto

Gli obiettivi da ritratto hanno di solito una lunghezza focale fissa, ed escludono la deformazione dell'immagine, vantaggio di altri obiettivi, ma che qui non è ricercata. A causa della lunghezza focale fissa, l’inquadratura dell'immagine si può modificare solo tramite la distanza tra l'obiettivo e il soggetto. L’area nitida dell'immagine è determinata dall'apertura del diaframma. A causa delle loro caratteristiche tecniche, con le focali fisse si possono ottenere lunghezze focali maggiori, che di solito rendono più luminosi gli scatti.

Inoltre, un obiettivo di questo tipo è di solito più economico, più veloce e fornisce immagini particolarmente nitide. Ad esempio, per una fotocamera con un fattore di crop di 1,5 o 1,6, un obiettivo da 50 mm può essere utilizzato come «jolly» in quasi tutti gli ambiti, perché non contiene alcuna distorsione specifica dell'immagine. Gli obiettivi a focale fissa da 80 - 85 mm sono popolari anche nella fotografia di ritratto. Per le fotocamere full-frame è consigliata una lunghezza focale fissa di 70 - 105 mm.

Ritratto fotografico scattato con un obiettivo a focale fissa – Soggetto a fuoco su sfondo sfocato
  • Lunghezza focale: tra 50 e 105 mm
  • Adatto per: ritratto fotografico

Vantaggi: Scatto brillante, immagini più nitide.

Svantaggi: Uso meno flessibile a causa della mancanza dello zoom.

Un teleobiettivo

Teleobiettivi

Maggiore è la lunghezza focale di un obiettivo, maggiormente è possibile ingrandire il soggetto dell’inquadratura. Esattamente questo è lo scopo del teleobiettivo. Con la sua ampia lunghezza focale e la bassa profondità di campo, i soggetti in lontananza, per esempio negli scatti sportivi e naturalistici, possono essere catturati in modo preciso. In questo modo, immagini definite con precisione e un'elevata qualità dell'immagine possono essere raggiunte nonostante le lunghe distanze.

  • Lunghezza focale: 150 - 1300 mm
  • Profondità di campo: bassa
  • Adatto per: fotografie sportive, fotografie di concerti, fotografie naturalistiche, fotografie di viaggio

Suggerimenti: Un cavalletto mantiene stabile l’inquadratura dell'immagine e consente di ottenere un risultato nitido.

Vantaggi: Offre un eccezionale superamento delle distanze dal soggetto da fotografare.

Svantaggi: Sono relativamente ingombranti e pesanti a causa delle loro dimensioni.

Conclusione

Un obiettivo non è semplicemente un obiettivo. Ciò che è scontato sia per i fotografi amatoriali che per gli esperti professionisti, sorprende sempre i nuovi arrivati: gli obiettivi spesso costano più della fotocamera stessa. Perciò diventa subito chiaro che ogni obiettivo ha un proprio scopo specifico. Se si desidera scattare foto da lontano, un teleobiettivo è la scelta giusta; ma se il soggetto della foto è un primo piano da vicino, l’obiettivo macro è quello che si addice di più a questo scopo. Se si vogliono catturare paesaggi di grandi dimensioni, un obiettivo grandangolare è la scelta migliore. Quando si scattano foto di persone, a seconda delle dimensioni del sensore della fotocamera, un obiettivo a lunghezza focale fissa, compresa tra 50 e 105 mm, garantisce un risultato molto promettente.

Un ultimo suggerimento da Grit Hiersemann: «La mia raccomandazione: Di comprare in ogni caso una custodia per la fotocamera. Vedo sempre persone in vacanza che portano in spiaggia la macchina fotografica, in bella vista e appesa, senza neanche un copriobiettivo di protezione. La fotocamera deve essere ben coperta, altrimenti il sensore può sporcarsi rapidamente e ripulirlo è molto costoso. Questo fastidio si può tranquillamente risparmiare, se si maneggia con cura la propria attrezzatura.»

Altri contributi