🚨 Black Friday Weekend: approfittate di grandi sconti fino al 28.11. 🚨

  • Natale in Svizzera

    Buon Natale ad ogni angolo del mondo: ecco come il Natale in Svizzera si differenzia dal resto del mondo

    Luci colorate per le strade, guance arrossate dal vin brulè e musica natalizia nei negozi e alla radio. Il Natale è un periodo magico e non a caso è la festa preferita da grandi e piccini. Lo spirito natalizio non conosce limiti e contagia persone di quasi tutti i Paesi. Ma anche se il Natale è celebrato in tutto il mondo, alcune usanze e tradizioni variano da Paese a Paese. Anche la Svizzera ha tradizioni tipiche che rendono il Natale davvero speciale. Di seguito, noi di ifolor ti mostreremo cosa c'è da sapere sul Natale svizzero e come questo si differenzia dagli altri Paesi.

    Buon Natale ad ogni angolo del mondo: ecco come il Natale in Svizzera si differenzia dal resto del mondo

    Quando ci si scambia i regali in Svizzera?

    Il momento più amato dai bambini a Natale - e sicuramente anche da alcuni adulti - è senza dubbio lo scambio dei regali, quando finalmente possono scartare i loro doni. Tuttavia, questo non avviene nello stesso giorno in tutto il mondo. Mentre in Gran Bretagna, Stati Uniti, Italia e Francia i regali vengono scambiati il 25 dicembre, in Spagna la consegna dei regali avviene solo il 6 gennaio, giorno dei Re Magi. In Germania, Svezia, Liechtenstein e Austria, invece, i regali vengono condivisi con i propri cari già la vigilia di Natale, il 24 dicembre. In Svizzera, il 25 dicembre è il primo giorno ufficiale del Natale, ma la maggior parte famiglie scarta i regali già il 24 dicembre, come in Germania, mentre alcune altre dedicano la mattina del 25 alla consegna dei regali.

    Quando ci si scambia i regali in Svizzera?

    I portatori di doni e Gesù Bambino svizzero con codice postale 9405

    Non dappertutto i regali vengono calati giù per il camino o portati da Babbo Natale con la sua slitta. I bambini russi, ad esempio, ricevono regali da "Ded Moroz", che si traduce come Nonno Gelo, con la nipote Snegurochka (Fanciulla di Neve). Nei Paesi Bassi, invece, Sinterklaas porta i regali già il 5 dicembre e in Lussemburgo Kleeschen il 6 dicembre. Mentre Babbo Natale porta i regali nella Germania settentrionale, Gesù Bambino lo fa nella Germania meridionale. Anche la Svizzera ha diverse versioni su chi porta i regali. Così, la parte occidentale della Svizzera crede in Père Noël, cioè Babbo Natale, mentre il resto della Svizzera, la Germania meridionale e l'Austria si affidano a Gesù Bambino. Ma non c'è da stupirsi, visto che Gesù Bambino vive in Svizzera e ha un passaporto svizzero. Il suo nome è Willi Würzer. Questo Gesù Bambino è in realtà l'ex direttore dell'ufficio postale di Wienacht-Tobel, un villaggio del Cantone Appenzello Esterno e Wienacht significa Natale in svizzero tedesco. Poiché Gesù Bambino vive a Wienacht, i bambini svizzeri, ma anche quelli brasiliani, giapponesi e simili, da tempo gli scrivono biglietti d'auguri all'indirizzo di Gesù Bambino, codice postale 9405, Wienacht. Gesù Bambino Willi Würzer ha letto e risposto a tutte le lettere fino alla sua pensione nel 2020. Per garantire che queste lettere continuassero a ricevere risposta, un'azienda a conduzione familiare ha assunto il ruolo di Gesù Bambino a Wienacht e porta avanti la tradizione.

    Samichlaus e Schmutzli

    Durante il periodo natalizio, le persone di tutto il mondo non attendono con ansia soltanto la celebrazione vera e propria del Natale. In molti Paesi il 6 dicembre ha un significato almeno pari a quello del Natale. Anche in Svizzera questo giorno viene celebrato come il giorno di San Nicola o San Nicolò (Samichlaustag). Invece di San Nicola con il suo compagno Krampus, Samichlaus arriva con ilsuo servitore. Nella Svizzera tedesca e italiana è chiamato Schmutzli o Butzli, mentre nella Svizzera francese è conosciuto come Père fouettard. Samichlaus si presenta, a seconda della regione cattolica o riformata, o come una figura vescovile bianca e rossa, o come un vecchio dalla lunga barba, con tanto di bastone e mantello con cappuccio. Samichlaus non arriva al mattino come in Germania, ma la sera del 6 dicembre con un libro che gli rivela se i bambini sono stati bravi o meno nel corso dell’anno appena trascorso. I bambini cattivi hanno la possibilità di recuperare recitando poesie natalizie e detti di Samichlaus, accumulando così non solo dei buoni consigli, ma anche dei piccoli doni come mandarini, cioccolato, pan di zenzero o noci da Samichlaus. In molte parti della Svizzera, in questo periodo dell'anno si svolgono anche processioni di San Nicola, come la Claus-Chlöpfen di Lenzburg o la Klausjagen di Küssnacht am Rigi.

    Il periodo dell'Avvento in Svizzera

    L'Avvento è il periodo in cui ci si prepara al Natale e si entra nel vivo del clima natalizio. Per rendere ancora più piacevole l'attesa del Natale, in molti Paesi si usa aprire una porticina del calendario dell'Avvento ogni giorno fino a Natale e accendere una candela della corona dell'Avvento nelle quattro domeniche che precedono il Natale. Questa tradizione natalizia viene portata avanti anche nelle famiglie svizzere. In particolare nella Svizzera tedesca, il periodo dell'Avvento è ancora più sentito e viene trascorso nella condivisione di momenti belli e contemplativi con molte persone. Le cosiddette finestre dell'Avvento si possono osservare ogni anno in molti luoghi della Svizzera in questo periodo. Sono originarie dell'Argovia e contribuiscono a riunire tutti gli abitanti di un villaggio. Si tratta in realtà di un gigantesco calendario dell'Avvento: 24 abitanti del villaggio decorano ciascuno una delle loro finestre. A seconda delle dimensioni del villaggio, viene effettuata una lotteria per decidere chi decora la propria finestra per quale numero del calendario. Ogni sera, al calar delle tenebre, viene svelata una nuova finestra dell'Avvento. Gli abitanti del villaggio si riuniscono di solito per un aperitivo e possono ammirare insieme le finestre. Questa tradizione non solo contribuisce a riunire gli abitanti del villaggio, ma è anche il modo perfetto per i nuovi arrivati di integrarsi e conoscere la zona. Le finestre dell'Avvento possono essere ammirate fino al 6 gennaio e vale la pena scoprirle tutte durante delle belle passeggiate invernali.

    Il periodo dell'Avvento in Svizzera

    Cosa offre la Svizzera per le festività?

    Il Natale non è solo sinonimo d'amore, ma anche di buona cucina. Non per niente uno dei propositi più comuni per il nuovo anno è quello di andare in palestra. Oltre a tutti i tipi di prelibatezze che si possono gustare nei mercatini di Natale, in molti Paesi si prepara un pasto natalizio tradizionale per le feste. Per esempio, gli inglesi gustano il loro adorato Christmas pudding dopo il tacchino il giorno di Natale, mentre in America molte famiglie servono il prosciutto di Natale con mais e fagioli. Nei Paesi dell'Europa dell'Est, come la Polonia e la Repubblica Ceca, spesso si mangiano carpe di Natale fritte e insalata di patate. L'insalata di patate con salsicce è anche un piatto popolare della vigilia di Natale in Germania, dopo il quale viene servita la tradizionale oca arrosto il giorno di Natale. E mentre nelle Filippine il maialino da latte arrostito è il piatto forte delle festività, i giapponesi spesso celebrano il loro Natale semplicemente con un pollo fritto di KFC. In Svizzera, invece, non esiste un pasto natalizio tipico e ogni famiglia ha una propria tradizione alimentare. Inoltre, i piatti natalizi variano a seconda della regione. In generale, la fondue chinoise, la fonduta di formaggio, la raclette, lo schüfeli e il prosciutto arrotolato sono popolari per la festa di Natale in Svizzera. A seconda della regione, si trovano anche i seguenti piatti:

    • Svizzera tedesca: antica tradizione di arrosto classico e insalata di patate
    • Svizzera francese: pollame (in particolare il tacchino, che nella Svizzera francese è simbolo di ricchezza, abbondanza e comunità).
    • Svizzera italiana: panettone come dolce
    • Ticino: pollame (tradizionalmente cappone, un gallo castrato e ingrassato servito con salsa alla senape) e tortellini o ravioli in brodo come antipasto
    • Cantone di Argovia: Pastetli al latte
    • Canton di Berna: piatto di Berna con varie carni, fagioli secchi, crauti e patate

    Sebbene gli svizzeri abbiano preferenze diverse in fatto di portate tipiche di Natale, i biscotti natalizi come i milanesini, i biscotti alla cannella, all’anice, alla vaniglia e alle mandorle sono, come i biscotti tedeschi e austriaci, un must del periodo natalizio in Svizzera.

    Tradizioni generali del Natale in Svizzera

    Il Natale in Svizzera non è molto diverso da quello di altri Paesi. Anche in questo caso si tratta di una festa familiare, in cui le persone trascorrono ore piacevoli insieme, cantano, suonano, passeggiano per i mercatini di Natale e partecipano a eventi prenatalizi come i concerti dell'Avvento. Nella maggior parte delle case svizzere c'è anche un albero di Natale, ad eccezione di alcune località del Ticino dove tradizionalmente c'è un abete decorato nella piazza del paese e un presepe in casa. Per quanto riguarda i canti natalizi, non esistono canzoni tipiche della Svizzera. Vengono eseguiti solo canti natalizi classici in svizzero tedesco. Ad esempio, "Das isch de Stern vo Bethlehem" o "'s'isch heilige Wiehnachtszyt". Chiunque trascorra il Natale in Svizzera riconoscerà alcune tradizioni e conoscerà una o due nuove usanze natalizie. Ma non c'è dubbio che i numerosi mercatini di Natale, gli eventi e le tradizioni delle città svizzere rendono il Natale indimenticabile e non hanno nulla da invidiare alle tradizioni natalizie del resto del mondo.

    Altri contributi