Einführung in die Makrofotografie

Macrofotografia

Arte o artigianato?

La macrofotografia offre affascinanti sguardi su un mondo apparentemente estraneo. In realtà si tratta di cose assolutamente quotidiane, che vengono soltanto osservate un po' più precisamente. Leggete qui come potete riuscire a fare scatti così particolari, e a che cosa dovete prestare attenzione nella macrofotografia.

Macro = grande

L'area della macrofotografia è riassunta un po' grossolanamente in una norma (DIN 19040). Si considera primo piano o macrofotografia tutto ciò che rientra in una scala da 1:10 a 10:1. La maggior parte dei fotografi lavora con una scala di 1:1, ossia l'oggetto riprodotto sulla pellicola o sul sensore della macchina fotografica digitale esattamente nelle sue effettive dimensioni. Se invece il mondo viene rappresentato più grande, allora si parla di macrofotografia.

L'attrezzatura

Molti obiettivi delle macchine fotografiche digitali moderne hanno ormai una speciale funzione macro. Lo strumento ottimale, naturalmente, è un apposito obiettivo macro. In alternativa si può utilizzare un anello distanziatore o, un classico, un banco ottico. Entrambi gli strumenti si installano tra macchina fotografica e obiettivo, per aumentare l'estensione. Un'altra soluzione economica è la tecnica dell'obiettivo invertito. Con un adeguato adattatore, chiamato anche anello di inversione, potete semplicemente installare il vostro obiettivo al contrario.

Einführung in die Makrofotografie

Il macro cosmo

Se vi muovete per la prima volta nel mondo della macro o microfotografia, ne noterete subito l'infinita varietà. Cose che non sembrano essere di questo mondo, superfici lisce che improvvisamente acquisiscono struttura, e una bellezza filigranata in punti che all'occhio nudo appaiono piuttosto grezzi. Dopo aver (macro) fotografato una semplice fetta di salame, qualche fotografo potrebbe già essere diventato vegetariano.

L'arte e l'artigianato

L'arte della macrofotografia sta nel dettaglio. È utile sia un po' di pazienza, che un po' di coraggio in più per giocare. È necessario fare attenzione soprattutto alla giusta prospettiva. Un coleottero visto dall'alto è abbastanza noioso. Invece, se fotografate animali mettetevi all'altezza dei loro occhi. In fin dei conti, gli occhi sono anche la prima cosa che viene colta dall'osservatore della vostra foto. Quindi dovrebbero essere messi a fuoco il più possibile. Anche in macrofotografia si può giocare con la profondità di campo, anche se il margine di azione è naturalmente più piccolo.

Il giusto tempo di esposizione

Nella fotografia della natura e in particolare degli animali, il tempo di esposizione non dovrebbe essere troppo alto, poiché la maggior parte degli insetti si muovono, e anche il vento dà il suo contributo negativo. Nella vostra macchina fotografica compatta potete anche impostare, ad esempio, la modalità sport. Se possibile, utilizzate un piccolo cavalletto e la funzione mirror lock-up. Con l'anteprima sul monitor della vostra macchina fotografica digitale potete facilmente zoomare l'immagine, per impostare correttamente la messa a fuoco. A seconda dell'attrezzatura, è meglio non fidarsi della misurazione dell'esposizione in ambito macro, ma esporre invece un po' di più.

Einführung in die Makrofotografie

Vicinissimo - con cautela

Inoltre, in mezzo alla natura è bene indossare sempre capi robusti e resistenti alle intemperie, per entrare in contatto con l'ambiente senza riportare dolorose ferite provocate dalle ortiche. Molti insetti sono timidi. Utilizzate un teleobiettivo con 100 millimetri o più di distanza focale, in modo che gli animaletti non spariscano prima che abbiate potuto scattare la foto. L'effetto luminoso del flash può risultare, a seconda delle circostanze, utile o artistico. Ma ricordate bene che non tutti gli esseri viventi sopportano una luce intensa, e possono scappare o addirittura rimanere feriti.

Siete soddisfatti del risultato? Che ne direste allora di una mini serie su vetro acrilico da appendere in corridoio? Un bel regalo per amici e parenti può essere anche il calendario da parete di ifolor, riempito di serie a tema dalla flora e dalla fauna. Anche un libro di cucina creato personalmente può essere molto abbellito con le vostre macrofotografie.

Altri contributi