• Riunione con laptop e alcuni appunti in ufficio.

    Come fotografare al meglio un ritratto aziendale

    In tempi di altissima concorrenza tra le aziende, creare un ritratto aziendale unico e creativo risulta essenziale. I nuovi clienti ricercano infatti un contatto che sia affidabile e professionale. La fotografia giusta può trasmettere immediatamente una buona impressione e avere quindi un impatto positivo sulla percezione che un futuro cliente può avere dell’azienda.

    Shooting in studio o in azienda?

    È necessario decidere prima se abbia senso fare uno shooting in uno studio fotografico. Tra i vantaggi c’è sicuramente la presenza di un’attrezzatura completa e anche dell’esperienza del fotografo. D’altro canto, con uno shooting in azienda si evita di mostrare il solito ambiente di lavoro e i dipendenti possono mettersi in posa all’interno dell’azienda stessa. In questa guida, scoprirai a cosa prestare attenzione quando si esegue un ritratto aziendale.

    Ritratti aziendali nell’ambiente di lavoro

    Fotografare i dipendenti nel loro ambiente di lavoro può essere una sfida per il fotografo. Le superfici riflettenti o una forte luce rappresentano spesso un ostacolo per un’esposizione ottimale. Prima di cominciare con lo shooting rispondere ad alcune delle domande che ti stai probabilmente chiedendo: di quante fonti luminose ho bisogno? Quale sfondo scegliere? Che tipo di flash utilizzare? Prima di rispondere, analizziamo alcuni degli aspetti più importanti della ritrattistica aziendale.

    1. Luce

    Luce a disposizione

    Gli uffici con delle ampie finestre offrono la possibilità di avere abbastanza luce senza dover utilizzare flash o illuminazione artificiale. I fotografi dovrebbero affidarsi alla luce naturale solo quando la luce incidente è scarsa. Se la fotocamera lo permette, si può sperimentare con il valore ISO. È importante fare però attenzione, poiché un valore ISO troppo elevato provoca un rumore di immagine sgradevole nella foto. Le foto aziendali devono avere un bell’aspetto senza aree sovraesposte o troppo buie. L’immagine che segue presenta un esempio di situazione per la fotografia in azienda in base alla luce a disposizione. Per evitare che ci siano delle ombre inestetiche sui volti, si dovrebbe evitare la luce diretta del sole.

     Scenario d’esempio per una fotografia in ufficio con la luce a disposizione.
    Consiglio: La luce dovrebbe provenire lateralmente al soggetto.

    Luce artificiale

    Se le finestre si trovano direttamente dietro al soggetto da fotografare e non si usa una fonte di luce artificiale, il risultato sarà uno sfondo sovraesposto. Per trovare le condizioni di luce migliori per l’ambiente il soggetto da fotografare esistono diversi modi. Spesso però è necessario un flash da studio o un softbox come diffusore.

    Qual è il modo migliore per fotografare le persone in ufficio utilizzando il flash?

    • I riflessi della luce sugli oggetti circostanti possono essere limitati utilizzando un minimo di flash. Per questo motivo, nella maggior parte dei casi ti consigliamo di utilizzare solo un flash da studio in un softbox.
    • Con un softbox, la luce diffusa può essere indirizzata meglio verso le persone rispetto ad un ombrello da studio.
    • L’allineamento avviene in modo che la luce del flash possa raggiungere le persone da fotografare e non scompaia nella stanza.
    • Il softbox deve essere posizionato in modo che non possa creare riflessi sgradevoli alle finestre.
    • La luce artificiale deve essere posizionata il piĂš possibile vicino al soggetto
    • Primo piano e sfondo devono essere abbinati. Se il soggetto è ben esposto ma lo sfondo è troppo scuro, si può prolungare il tempo di posa e ridurre l’intensitĂ  luminosa del flash. Il softbox può essere inoltre spostato piĂš lontano dal soggetto.
    • Padroneggiare al meglio la fotografia in modalitĂ  manuale.
    Scenario di esempio per l’uso del flash in ufficio.
    Consiglio: una forte controluce può sovraesporre lo sfondo. Per questo motivo è necessario utilizzare un softbox per contrastare questo problema.

    2. Come impostare la fotocamera?

    • Cerca di immortalare i tuoi soggetti in formati di alta qualità. Il formato RAW è il più adatto per questo scopo. • Lascia inalterato il bilanciamento del bianco. Una volta in formato RAW, potrai regolare questo aspetto facilmente in Lightroom. • Il valore ISO rimane impostato sul valore 100. Sperimenta e cambia il valore solo con la luce del sole. • La velocità dell’otturatore deve essere compresa tra 1/200 e 1/250 secondi, se si usa il flash è necessario tenere conto del tempo di sincronizzazione. • Per i ritratti, un obiettivo da 85 mm è ottimale poiché non produce nessun tipo di distorsione.

    3. Trovare posizioni ed espressioni giuste

    Nel video che segue, il fotografo professionista Aaron Nace ti mostra il dietro le quinte del suo lavoro. Il video può essere d’ispirazione per trovare delle pose o delle espressioni giuste per i soggetti fotografati. Il fotografo affronta anche il tema della corretta tecnica di respirazione.

    4. Da evitare

    Ci sono molte immagini gratuite facili da trovare. Tuttavia, queste foto molto stereotipate hanno un aspetto molto innaturale. Ad esempio:

    • Partner aziendali che si stringono le mani e sorridono alla fotocamera;
    • Dipendenti che sorridono di fronte a un grafico a torta;
    • La foto di una “boy band” in cui la persona al centro ha le braccia incrociate;
    • Una donna che sorride alla telecamere mentre indossa delle cuffie.

    I ritratti aziendali non devono essere delle opere d’arte, ma devono comunque essere accattivanti. Per questo motivo le fotografie devono essere di alta qualità. Questo sottolinea infatti la professionalità di un’azienda e le mette nella giusta luce.

    Newsletter-Anmeldung

    Newsletter

    Si iscriva alla newsletter di ifolor e sia il primo a sapere di promozioni, innovazioni o post ispiratori del blog. Si registri ora. Non vediamo l'ora di avere sue notizie!

    Altri contributi