🚨 Black Friday Weekend: approfittate di grandi sconti fino al 28.11. 🚨

  • Foto alla luna: scatto in primo piano della luna.

    Fotografare la luna: impostazioni e consigli

    Essendo il corpo celeste più luminoso e grande della notte, la luna è sicuramente il punto di partenza per l’astrofotografia. Ti mostriamo come scattare una foto chiara della luna anche se è a “soli” 37.000 km di distanza.

    La giusta attrezzatura per scattare fotografie alla luna

    Si possono scattare foto alla luna se si è in possesso di un’attrezzatura di base. Una macchina fotografica di medio formato ha persino un vantaggio in più rispetto alle macchine fotografiche a pieno formato e cioè: il fattore di crop. Ciò vuol dire che il dettaglio dell’immagine è più ridotto e che la luna occupa un’area maggiore dell’immagine. Anche con le macchine fotografiche digitali e di sistema (macchine fotografiche con componenti intercambiabili) si possono ottenere degli ottimi scatti se lo zoom è sufficientemente potente.

    Per ottenere immagini a una distanza così grande è assolutamente importante essere dotati di un treppiede. L’attrezzatura diventa più stabile man mano che ci si avvicina al suolo. Ti consigliamo perciò di lavorare il più vicino possibile al terreno, anche se non è molto comodo. Per ridurre ulteriormente le vibrazioni, puoi utilizzare un telecomando per lo scatto da remoto o impostare l’autoscatto con un ritardo di almeno 2 secondi.

    Mentre per la fotografia delle stelle si usa il grandangolo per catturare il maggior numero possibile di stelle, per la fotografia alla luna è meglio un teleobiettivo. Per far sì che la luna appaia il più grande possibile, dovrai ingrandire il più possibile. La lunghezza focale deve essere di almeno 200 mm.

    Fotografare la luna - Impostare la macchina fotografica in modo corretto

    Nell’immensità del cielo notturno la luna rappresenta un punto luminoso, motivo per cui in questo caso le funzioni automatiche funzionano male. Ad eccezione della messa a fuoco, tutto il resto deve essere impostato manualmente.

    Prima di iniziare, verifica che lo stabilizzatore d’immagine sia disattivato. Il suo lavoro sarà infatti svolto dal treppiede. Assicurati che il flash sia spento. Se stai scattando con una reflex digitale a obiettivo singolo (DSLR) è necessario attivare anche il blocco dello specchio. In questo modo, la fotocamera si attiva con un leggero ritardo e si evitano vibrazioni indesiderate.

    Individua la luna con il mirino o con Live View e posizionala al centro. Puoi misurare l’esposizione manualmente o con il punto di messa a fuoco. Puoi utilizzare i valori della messa a fuoco automatica a quelli manuali e variare poi la sezione dell’immagine in un secondo momento. Con le lunghezze focali superiori a 200 mm, i tempi di posa devono essere mantenuti molto bassi - anche le minime vibrazioni potrebbero sfocare il soggetto.

    Dato che la luna è in movimento, ti sconsigliamo un tempo di posa ed esposizioni lunghi. Il tempo di esposizione dovrebbe rimanere in un intervallo di 1/20-1/60. Il valore ISO dovrebbe essere mantenuto il più basso possibile. Inizia con un valore di 100 e sperimenta. L’equilibrio tra valore ISO ed esposizione è fondamentale. Poiché la luna si muove abbastanza rapidamente, è possibile che la tua immagine sia sfocata. In questo caso, cerca di accorciare il tempo di esposizione ed aumentare il valore ISO.

    Se possibile, puoi ridurre il valore dell’apertura di due, questo vuol dire che: se il tuo obiettivo ha un’apertura di f/2,8 chiudi il diaframma a f/4 o f/5,6. Con queste impostazioni, gli obiettivi riescono ad ottenere una qualità di ripresa tale da riuscire a fotografare nel dettaglio la superficie lunare.

    Fotografare le fasi lunari

    Quando si parla di fotografare la luna, molti pensano agli scatti della luna piena. Ma come accade spesso per la fotografia di ritratto, gli scatti più belli a volte si ottengono quando la luce non è frontale, ma proviene da un lato. I rilievi e i crateri lunari possono essere riconosciuti più facilmente quando la luna è illuminata lateralmente. Quando pianifichi le tue uscite, tieni in considerazione il calendario lunare. Anche la notte dovrebbe essere particolarmente chiara. Infatti, più la luna è alta e meno gli strati d’aria influiscono sulla qualità dell’immagine.

    Consiglio: i dettagli più belli si possono vedere sei giorni dopo la luna piena.

    Fotografare la luna: foto di una mezza luna.
    ©René Gropp – www.renegropp.de

    Fotografare la luna: scegliere il posto giusto

    Per fotografare la luna è necessario avere un netto contrasto tra la luminosità di questo corpo celeste e il cielo notturno nero. Cerca quindi di scattare una foto in un luogo in cui ci sia pochissima luminosità artificiale. Esci dalla città e trova un’area libera e sopraelevata. Su Internet puoi trovare alcune mappe che indicano zone con poco inquinamento luminoso in Europa e possono aiutarti a trovare il luogo adatto.

    Post editing delle foto alla luna

    Anche se i file sono parecchio pesanti e richiedono tempo per essere elaborati, vale al pena di scattare delle foto così dettagliate utilizzando il formato RAW. Con un software come Photoshop o Lightroom puoi far risaltare ancora di più i crateri lunari e le ombre utilizzando il valore di nitidezza, bilanciamento del bianco, valore tonale e ombre. Puoi anche dare alla luna un colore più giallo o rossastro. Enfatizzando questi colori otterrai un’immagine particolarmente emozionante della luna.

    Puoi anche scattare diverse foto e “impilarle”, cioè sovrapporle poi con l’utilizzo di un software. In questo modo i dettagli e i contrasti verranno messi in risalto.

    Foto alla luna: il sorgere della luna dietro una catena montuosa.

    Se vuoi mettere in scena la luna su un orizzonte di alberi, tetti o torri, ti consigliamo di scattare almeno due foto: una con la luna a fuoco e una con i paesaggio a fuoco. Combinando queste due foto al computer potrai poi creare un’immagine perfetta.

    Come spesso accade nella fotografia: sperimenta. Le diverse fasi lunari, i luoghi e le variazioni delle attrezzature utilizzate creano immagini molto diverse della luna.

    Newsletter-Anmeldung

    Newsletter

    Si iscriva alla newsletter di ifolor e sia il primo a sapere di promozioni, innovazioni o post ispiratori del blog. Si registri ora. Non vediamo l'ora di avere sue notizie!

    Altri contributi