Sottobicchieri 25% - Ordinare ora!

Scattare foto di viaggio di successo con pochi semplici trucchi

Fotografia di viaggio in semplici passi

Il giusto scatto in ogni situazione

Scelta e messa in sicurezza l’attrezzatura fotografica necessaria, la tua avventura con la fotografia di viaggio può finalmente iniziare. Nuovi motivi e soggetti fotografici sono sempre un buon incentivo per scattare delle foto creative e originali, anche se a volte le condizioni di luce inusuali possono rivelarsi una vera sfida. Lasciati entusiasmare e guidare dalla tua curiosità e dal tuo istinto e porta a casa delle foto di viaggio uniche. Di seguito, abbiamo riassunto alcuni suggerimenti tecnici per scattare foto belle e di successo nelle situazioni più svariate.

Fotografare l’alba – Gioca con la luce

Alba e tramonto offrono giochi di luce magnifici e unici nel loro genere, per i quali vale davvero la pena alzarsi presto anche quando si è in vacanza. Posti nuovi e ancora sconosciuti danno la possibilità non solo di catturare momenti straordinari, ma anche di scoprire dettagli e caratteristiche del loro paesaggio. Queste condizioni di luce armoniose sono particolarmente adatte anche per gli scatti panoramici e ritrattistici.

Fotografare l’alba in controluce può rendere gli scatti ancora più interessanti

Se decidi di fotografare l’alba o il tramonto, pianifica attentamente ogni dettaglio fin dal giorno precedente. Entrambi durano solo pochi minuti, perciò il tempo a disposizione per scattare la tua foto perfetta è davvero ristretto. Verifica in anticipo i punti cardinali del posto in cui ti trovi e cerca la posizione più adatta per i tuoi scatti. Calcolare e pianificare i tempi di percorrenza e arrivo alla destinazione è molto importante, così come dare un’occhiata alle previsioni del tempo: lo spettacolo di luce e colori, infatti, può essere catturato a pieno solo se il cielo è limpido e sereno.

Una volta arrivato nel posto giusto e al momento giusto, verifica che le impostazioni della tua fotocamera siano corrette: scegli un tempo di esposizione più lungo e mantieni il valore ISO al di sotto dei 100; l’esposimetro della fotocamera può aiutarti a scegliere le giuste impostazioni. Per una profondità di campo perfetta, imposta il diaframma a f/8 o f/11 sulla tua fotocamera. Un cavalletto può essere di grande aiuto per tempi di esposizione più lunghi, in quanto previene che la foto risulti mossa.

Consiglio:

Preferisci una variante poco più scura per le tue foto dell’alba e del tramonto. Nella modalità RAW della fotocamera vengono salvate tutte le informazioni sull’illuminazione, che facilitano la successiva elaborazione dell’immagine.

L’alba regala un’atmosfera particolare anche nella street photography

Il classico – Fotografia in spiaggia e al mare

Le vacanze al mare sono dei veri e propri classici. Il fascino del mare e delle onde si presta facilmente come motivo fotografico, anche se non rimane privo di insidie. Prima di portare la fotocamera in spiaggia, assicurati di proteggerla adeguatamente da sabbia e acqua. Molte macchine fotografiche sono inclusive all’acquisto di custodie protettive, ma anche un comune sacchetto di plastica con un foro per l’obiettivo può proteggere la fotocamera dall’acqua. Inoltre, è possibile utilizzare un filtro UV per impedire che la sabbia rovini la lente.

Consiglio:

Evita di cambiare l’obiettivo in spiaggia e di esporre a lungo la fotocamera al sole.

Prima di procedere allo scatto, osserva il mare e decidi quale aspetto vuoi mettere in risalto nella foto, se per esempio le singole onde, o piuttosto il movimento dell’acqua. In entrambi i casi, scegli una lunghezza focale minima di 80 mm così da non doverti avvicinare troppo alla riva. Un tempo di esposizione breve di 1/400 è perfetto per fotografare le singole onde: imposta la funzione di scatto continuo per assicurarti di catturare l’onda perfetta. Se vuoi evidenziare la potenza dell’acqua, la prospettiva a occhio di rana è quella che meglio si addice a questo scopo. Se, invece, l’acqua deve apparire morbida e fluente, è consigliabile scegliere un tempo di esposizione maggiore, così da rendere le onde allungate e lisce.

Il paesaggio in tutto il suo splendore – Fotografia panoramica

La massima espressione della fotografia di paesaggio è rappresentata in assoluto dalle foto panoramiche. Molte fotocamere, e anche tanti smartphone, hanno un’impostazione specifica per la fotografia panoramica. Gli scatti panoramici permettono di catturare il paesaggio in un angolo di visione di 180 gradi e in un’unica immagine. Affinché i punti delle singole fotografie che compongono l’immagine possano essere uniti senza problemi, è importante che queste abbiano un margine di sovrapposizione del 20%. Ciò significa che le foto panoramiche possono essere elaborate con successo anche in un secondo momento, anche se la fotocamera non dispone di un programma specifico per questa funzione.

Una volta trovato il punto paesaggistico perfetto per la tua foto panoramica, l’ideale è utilizzare un cavalletto con testa panoramica per treppiede. In questo modo potrai ruotare la fotocamera sul cavalletto, mantenendo sempre la stessa altezza. Per limitare al minimo distorsioni ottiche durante lo scatto, imposta una lunghezza focale corta. Una profondità di campo alta, capace di catturare i dettagli in lontananza, si ottiene con un’apertura di diaframma chiusa di f/22. Quando regoli il tempo di esposizione, visualizza il panorama nel suo complesso e scegli il punto più luminoso come riferimento. Anche in questo caso è consigliabile fotografare una variante scura e modificarla successivamente; questa opzione è ancora più preferibile se le immagini vengono salvate in formato RAW. Assicurati, infine, che tutte le impostazioni rimangano invariate durante l’intero scatto panoramico.

Foto panoramiche: l’insieme di più scatti in una sola immagine

Attrazioni turistiche – Il «must-have» per ogni fotografo di viaggio

Ogni destinazione di viaggio possiede luoghi entusiasmanti e d’importanza storica che attraggono come per magia visitatori da tutto il mondo. Immortalare per intero l’atmosfera di edifici e monumenti è spesso molto difficile; la “regola dei terzi”, tuttavia, può venire in tuo aiuto. Molte fotocamere, comprese quelle degli smartphone, sovrappongono all’inquadratura della foto una griglia. Disporre i componenti dell’immagine in modo da riempire 1/3 e 2/3 dell’immagine, oppure ricercare un allineamento centrale rappresentano i modi migliori per mettere in evidenza la bellezza e la simmetria degli edifici. Gli scatti saranno ancora più belli se, orientandoti alle linee di guida, riuscirai ad ottenere un effetto 3D nella foto.

Consiglio:

Grazie alla loro ampiezza d’immagine, gli obiettivi grandangolari sono ideali per fotografare i luoghi di interesse turistici. I filtri polarizzatori eliminano i riflessi, per esempio dalle superfici in vetro, e filtrano gli elementi luminosi di disturbo.

Gioca con la prospettiva e prenditi del tempo durante gli scatti fotografici per notare anche i dettagli che gli altri si lasciano sfuggire rapidamente. Alla fine del tuo viaggio ti ritroverai con una collezione di foto unica nel suo genere.

Consiglio:

Non trascurare la storia e le curiosità dei luoghi d’interesse: potresti trovare informazioni interessanti da aggiungere al tuo album fotografico.

Foto di viaggio autentiche: paesaggi e persone

La sensazione straordinaria che si prova visitando posti lontani non deriva soltanto dalla scoperta di panorami mozzafiato e paesaggi sconosciuti, ma anche dal fascino della gente del posto e delle loro tradizioni. La prima cosa che un fotografo deve ricordare è il rispetto assoluto nei confronti delle persone che vuole fotografare. Ciò significa, fra le altre cose, chiedere loro il consenso ad essere fotografate. A questo scopo non esistono scuse su eventuali barriere linguistiche: un semplice gesto che indichi la macchina fotografica o mostrare la foto appena scattata sono di solito più che sufficienti per comunicare in modo non verbale.

Se desideri scattare foto di viaggio autentiche, partecipa agli eventi tipici del paese, come le feste tradizionali o una visita al mercato. Cerca di farti notare il meno possibile quando fotografi, in modo tale da evitare foto in posa poco spontanee e impara a osservare le persone per catturare il momento giusto. Un obiettivo combinato con una lunghezza focale di 55-200 mm è la scelta migliore per questi scatti, poiché le immagini sono nitide anche a distanza. Regola le impostazioni di esposizione in base alle condizioni di luce e alle condizioni atmosferiche. La modalità automatica della fotocamera, ideale anche per i principianti della fotografia di viaggio, è adatta a questo scopo.

Rispetta la gente del posto quando scatti le foto di viaggio

Il brutto tempo – Una chance per nuovi motivi fotografici

Non lasciarti scoraggiare dal maltempo e vai comunque a esplorare il mondo sotto la pioggia. Sono proprio la pioggia, la nebbia e i temporali a rivestire il paesaggio di uno stato d’animo totalmente diverso e a trasformare completamente l’aspetto di soggetti che hai già immortalato. La giusta preparazione in questo caso è molto importante: indumenti impermeabili, una borsa per macchina fotografica resistente all’acqua e custodie protettive per obiettivi sono essenziali. Per asciugare e pulire la fotocamera e l’obiettivo, anche dei fazzoletti e un panno in microfibra non devono mai mancare. Proteggi la tua fotocamera dalla pioggia in un sacchetto di plastica e utilizza un paraluce per tenere le gocce di pioggia lontano dall’obiettivo.

In condizioni di scarsa illuminazione sono necessari tempi di esposizione più lunghi. Considera, quindi, l’uso di un cavalletto per evitare che le foto vengano sfocate. Similmente agli scatti fotografici delle onde, puoi catturare singole gocce di pioggia con un breve tempo di esposizione o la pioggia battente con un tempo di esposizione maggiore. Anche il controluce, che rende le gocce ancora più evidenti, può essere utile quando si fotografa la pioggia.

Consiglio:

Non solo il temporale offre motivi fotografici creativi, ma anche i momenti immediatamente successivi. Inquadra con la tua compagna di viaggio le singole gocce di pioggia sulle foglie o sui vetri e trasforma le pozzanghere in specchi per i riflessi.

Fotografare sotto la pioggia è una fonte di divertimento e ispirazione.

Conclusione

La fotografia di viaggio offre nuovi motivi e sfide per ogni fotografo, principiante o amatoriale che sia. Lasciati affascinare e ispirare dall’ambiente circostante e, con alcuni trucchi e accorgimenti, scatta delle fantastiche foto di viaggio da vero professionista.

Altri contributi