Cartolina gratuita tramite spedizione diretta - maggiori informazioni

Trucchi per fotografare con lo smartphone

Le macchine fotografiche contenute negli smartphone sono in continua evoluzione e sono ormai in grado di realizzare foto di ottima qualità. Molti si limitano, però, a scattare le loro fotografie senza sfruttare le tante possibilità che in vece può offrire un cellulare. Armatevi di fantasia, recuperate qualche oggetto di uso comune e seguite i nostri consigli. Non ve ne pentirete!

Il cannocchiale come zoom

Gli smartphone hanno moltissime funzioni per fotografare ma purtroppo non hanno in dotazione uno zoom. Se però desiderate fotografare qualcosa in lontananza potete ricorrere a un semplicissimo cannocchiale. Come? Tenete semplicemente il cannocchiale davanti alla lente dello smartphone e mettete a fuoco. In base alle impostazioni del cannocchiale otterrete l’ingrandimento che desiderate.

Supporto per cavalletto fai da te

Per evitare di scattare foto mosse, soprattutto quando fate un autoscatto, è sempre consigliato mettere la macchina fotografica su un cavalletto. In pochi passi vi spieghiamo come realizzare un supporto per attaccare il vostro smartphone al cavalletto. Oltre ad un cavalletto dovete comprare in un negozio per il fai da te una squadretta angolare, una vite con un dado e due strisce adesive. Per prima cosa svitate il supporto presente nella parte superiore del cavalletto (quello su cui di solito viene attaccata la macchina fotografica). Usando la vite e il dado, attaccate la squadretta al cavalletto e incollate le due strisce adesive sui due lati paralleli della squadretta. Il supporto è pronto per essere agganciato al cavalletto e lo smartphone può a sua volta essere attaccato con le strisce adesive. Avrete così realizzato un semplicissimo, economico ma sicuro cavalletto per il vostro cellulare.

Costruire un supporto per cellulare con gli oggetti di tutti i giorni

Chi non ha a portata di mano un cavalletto per la macchina fotografica può utilizzare in alternativa moltissimi oggetti di uso quotidiano e costruirsi da sé un supporto per il cellulare. Potete per esempio usare un ferma porte curvo: per ottenere delle foto ferme collocate lo smartphone nell’incavo interno. Oppure utilizzate una vecchia custodia per le cassette. Aprite la custodia vuota e preparate otto feltrini adesivi. Potete trovarli in qualsiasi negozio di fai date o di casalinghi. Sul retro della custodia attaccate tra di loro tre feltrini, rispettivamente sul lato destro e sinistro, in modo da fissare la custodia. All’interno invece attaccate, nella parte superiore, due feltrini, uno a sinistra e uno a destra. I feltrini posizionati in questo modo eviteranno che il vostro cellulare si graffi quando lo inserirete nel vostro “supporto-cassetta”.

Foto sott’acqua con il cellulare

Questa idea è semplicissima ma di grande effetto. Tutto quello che vi serve è un bicchiere d’acqua e, senza neanche accorgervene, realizzerete delle foto subacquee con il cellulare! Tenete il bicchiere sotto la superficie dell’acqua assicurandovi che l’acqua non entri nel bicchiere. Quindi mettete lo smartphone nel bicchiere e scattate la foto- le vostre foto subacquee sono pronte. Semplicemente geniale! Attenzione: controllate sempre il livello dell’acqua.

Macrofotografie

Con l’aggiunta di poche gocce d’acqua potete trasformare la lente del vostro smartphone in un macro obiettivo. Fate cadere qualche goccia d’acqua sulla lente del cellulare e iniziate a sperimentare. Potrete fare delle splendide foto ricche di dettagli e reinterpretare gli oggetti di tutti i giorni con una nuova prospettiva.

inspire_smartphone_fotohacks_1200px_INT

Personalità multipla? Foto panoramiche

Questo consiglio fotografico è una garanzia di divertimento e vi assicura foto fuori dall’ordinario! Avete bisogno solo di uno smartphone con la funzione panoramica, per esempio un iPhone. Attivate la funzione e fate in modo che il vostro soggetto si trovi al di fuori del campo che state inquadrando. Invece di seguire la procedura classica delle foto panoramiche, in cui si succedono veloci spostamenti laterali, il fotografo deve fermare la macchina non appena il soggetto sparisce dall’inquadratura. Quindi Il soggetto della foto deve muoversi intorno al fotografo in modo da non rientrare nell’inquadratura e spostarsi verso destra rispetto alla posizione della prima foto. Una volta che il soggetto si è riposizionato, il fotografo può spostare nuovamente lo smartphone e fotografare per la seconda volta il soggetto nella stessa foto . Non dovete ripetere questo processo all’infinito, quattro o cinque volte bastano. Le foto possono essere ancora più interessanti se il soggetto da fotografare si posiziona ogni volta a una distanza diversa dalla macchina e assume pose buffe. Le vostre foto panoramiche otterranno un’interessante profondità. Per delle foto originali e ben riuscite dovete esercitarvi un po’ ma l’importante è che il vostro soggetto rimanga completamente immobile mentre scattate la foto, altrimenti le parti del corpo verranno deformate dalla macchina. Con questo trucco potete sperimentare moltissimo e ottenere dei ricordi divertenti e originali!

Un riflettore fai da te

Con un grosso cartone, della carta di alluminio e un po’ di nastro adesivo potete realizzare un riflettore casalingo in pochissime mosse. Unite il cartone e la carta di alluminio e fissateli con un po’ di nastro adesivo- il vostro riflettore è pronto! I riflettori vengono utilizzati in fotografia per indirizzare la luce naturale verso il soggetto da fotografare e creare una composizione armoniosa tra il soggetto e l’ambiente circostante . Con questo riflettore semplicissimo da realizzare potrete illuminare i vostri soggetti alla perfezione e migliorare la qualità delle vostre foto. Spesso il problema di quando si ritraggono delle persone è la discrepanza tra la luce dell’ambiente circostante e l’illuminazione del soggetto, cosa che non può essere risolta da un unico obiettivo. Quando si fotografa senza un riflettore succede spesso che la persona è ben illuminata, ma lo sfondo è troppo buio. O l’esatto contrario: uno sfondo perfetto e il vostro soggetto che si intravede a malapena. Con questo semplice riflettore potete risolvere in buona parte questo errore e ottenere delle foto di buona qualità anche quando fotografate con lo smartphone.

Le cuffie del cellulare per gli scatti automatici

Chi non si è mai trovato in questa situazione: vi trovate davanti ad un monumento che vi ha colpito e volete fare una foto che immortali questo momento per sempre. Ma…il vostro braccio è troppo corto per scattare un selfie. Cosa fare? Potete usare le cuffie dello smartphone e utilizzarle come scatto automatico. Posizionate lo smartphone in modo che sia stabile (magari con l’aiuto del supporto che vi abbiamo descritto prima) e inserite le cuffie nel cellulare. Se attivate la modalità “macchina fotografica” il regolatore del volume si trasforma in un tasto per lo scatto e vi permette di realizzare un selfie a maggiore distanza in modo da evitare di tagliare parte dello sfondo.

Altri contributi