🚨 Black Friday Weekend: approfittate di grandi sconti fino al 28.11. 🚨

  • Sviluppo sostenibile in ifolor

    Sviluppo sostenibile in ifolor

    Bottiglie SIGG invece che PET, possibilità di home office, rigorosa raccolta differenziata dei rifiuti o componenti di prodotto riciclabili – questi sono solo alcuni esempi delle misure adottate per ridurre ulteriormente le emissioni di CO2. Al contempo, l’azienda effettua sempre più donazioni a progetti di compensazione. Dal 2011 ifolor si è impegnata a raggiungere l’obiettivo di «ridurre le emissioni del 50% entro il 2020». In stretta collaborazione con Swiss Climate, l’obiettivo è già stato raggiunto nel 2016.

    Nel 2016 l’obiettivo di riduzione delle emissioni di -50% è stato superato rispetto all’anno di partenza 2011. Anche nel 2020 siamo riusciti a ridurre le emissioni di circa il 3% rispetto al 2019.

    Grafico Swiss Climate
    Grafico Swiss Climate

    Particolarmente degni di nota sono i cambiamenti rispetto all’anno precedente nel settore dei viaggi di lavoro:

    • 67% legato alla pandemia
    • 45% tragitti dei pendolari

    Inoltre, è stato possibile ridurre del 9% le emissioni da riscaldamento grazie all’aumento del lavoro da casa.

    La principale riduzione dall’inizio delle misurazioni nel 2011 è stata ottenuta passando all’acquisto di elettricità prodotta al 100% da energia idroelettrica svizzera.

    Andamento delle emissioni e dell`intensità di CO2

    Le fluttuazioni dal 2016 si spiegano nel seguente modo: l’aumento delle voci individuali è compensato dalla diminuzione di altre voci. Questi aumenti sono da ricondurre prevalentemente ai rifiuti speciali, dovuti all’insourcing di due prodotti.

    Investendo in appositi progetti, siamo stati in grado di compensare alcune emissioni di CO2 nel 2020:

    • Con il progetto di protezione delle foreste in Svizzera e nella Repubblica del Congo, ifolor è riuscita a compensare 437 tonnellate di CO2.
    • Altre 237 tonnellate sono state compensate sostenendo un progetto per l’impiego di fornelli a maggiore efficienza energetica in Ghana.

    I piccoli sacrifici nel lavoro quotidiano contribuiscono a una maggiore consapevolezza e a ulteriori opportunità di risparmio: tra questi, lo spegnimento delle luci alla fine della giornata lavorativa, la raccolta differenziata dei rifiuti negli uffici e nei capannoni di produzione, così come la rinuncia alle bottiglie in PET e l’introduzione di tupperware per il takeaway nella sede di Zurigo.

    “Aumentando la percentuale di riciclaggio nell’impiego di sostanze chimiche utilizzate per la lavorazione della carta fotografica, vogliamo risparmiare almeno 12 tonnellate di rifiuti speciali e quindi migliorare ulteriormente il nostro bilancio di CO2.» Andreas Schmidt, responsabile dei sistemi di gestione della qualità”

    Inoltre, le nuove promozioni di vendita introdotte sostengono vari progetti per il clima: ad esempio, attraverso la campagna Happy Hour – Happy Earth sono stati piantati 7.000 alberi. Nella Giornata Mondiale degli Oceani, grazie agli ordini pervenuti abbiamo raccolto una donazione di 4.500 CHF per la PADI Aware Foundation. Grazie al feedback positivo, abbiamo già in programma la prossima campagna per la fine dell’anno: https://www.ifolor.ch/it/happy-earth.

    In futuro, saranno attuate ulteriori misure per ridurre i rifiuti, introdurre prodotti sostenibili e risparmiare ulteriormente energia, e sarà definito un nuovo obiettivo climatico con il partner Swiss Climate. Internamente, l’azienda continua a incentivare la consapevolezza della sostenibilità e pianifica ulteriori campagne di marketing.

    I grafici sono tratti dal rapporto interno sulla gestione di CO2 di Swiss Climate AG.

    Altri contributi