NUOVO da ifolor: Sottobicchieri - Ordinare ora!

25% di sconto sul libricino. Per saperne di più.

Madre e figlia riguardano le fotografie nella macchina fotografica- sullo sfondo due lampade a luce continua

Fotografare con la luce artificiale

Come ottenere delle belle fotografie con la luce continua e il flash in ambienti chiusi

Per illuminare un oggetto o una persona in maniera perfetta in un ambiente chiuso, non sempre bastano l’illuminazione della stanza e la luce solare. Per poter avere una migliore illuminazione, possono essere d’aiuto delle luci artificiali, come le lampade a luce continua e i flash da studio. L’utilizzo delle luci artificiali ha il vantaggio di offrire un controllo totale degli effetti della luce, che Le permette di riprodurre anche situazioni differenti, scattando fotografie anche in uno studio casalingo.

Per quali scopi di utilizzo e quali luci artificiali si adattano particolarmente ad ogni situazione, lo scoprire qui.

L’approccio alla luce artificiale con l’aiuto della luce continua

Chi vuole cominciare a lavorare con la luce artificiale, deve prima di tutto familiarizzare con l’effetto della luce. Un primo e facile approccio lo offre la lampada a luce continua. È stata concepita per illuminare un motivo per un lungo lasso di tempo, inizialmente pensato per i film e la televisione. Nel frattempo la lampada a luce continua si è stabilita anche negli studi fotografici, poiché l’effetto della luce da loro prodotta è più facile da valutare rispetto alla luce del flash. È inoltre più facile da maneggiare, poiché l’effetto della luce sul soggetto è visibile immediatamente. I giochi d’ombra e i riflessi si possono valutare direttamente e anche l’effetto di un cambio di luce è facile da riconoscere. Per controllare ancora meglio la luce, la maggior parte delle apparecchiature dispone di una funzione-dimmer o varialuce.

Le lampade a luce continua sono disponibili in diversi modelli, per esempio come il ring light o il riflettore, che a loro volta possono essere installati con diversi tipi di luce. Con diversi “tipi di luce” si intendono ausili come Softbox, i diffusori e i riflettori. Un aiuto del genere procura una luce morbida e porta alla giusta forma. Inoltre sono disponibili diversi tipi di illuminazione- lampadine alogene, a scarica e a LED. Queste lampadine si distinguono soprattutto per l’emissione luminosa, i costi e la produzione di calore.

Ring light a luce continua e flash da studio

Una variante a buon prezzo sono i faretti, che possono essere impiegati come luce continua e che appartengono alle lampade alogene. Questi non sono solo economici, ma si può scegliere tra tantissimi tipi. Allo stesso tempo hanno però lo svantaggio di riscaldarsi velocemente e sono difficili da posizionare in mancanza di un manico d’appoggio. Importante è anche mantenere la giusta distanza di sicurezza tra le lampade a luce continua con un’alta produzione di calore e gli oggetti infiammabili. Inoltre i faretti non raggiungono nella maggior parte dei casi la stessa produzione luminosa della luce solare.

Alternative migliori ai faretti sono le lampade a luce continua con lampadine a scarica o a LED. Entrambe hanno il vantaggio di non presentare la stessa alta produzione di calore delle lampadine alogene. Inoltre le lampadine a scarico sono molto efficienti e raggiungono la stessa luminosità della luce solare, ma, al contempo, sono molto costose. Non del tutto potenti come le luci a scarico, ma efficienti nei diversi campi di utilizzo, sono le luci a LED. Le luci a LED hanno il vantaggio, rispetto alle lampadine alogene e a scarico, di essere a disposizione anche in varianti compatte, alimentate a batteria. Per questo motivo sono facilmente trasportabili e possono essere portate da una location ad un’altra. Le lampadine a LED offrono una continua alternanza tra luce solare e artificiale, rendendole utilizzabili in diverse situazioni.

Fotografare con il flash in maniera efficace

Al contrario della luce continua, la luce del flash seduce per la sua potente prestazione, perché è molto più efficace. Un ulteriore vantaggio è prodotto dalla sua flessibilità, che la rende molto più maneggevole quando si è in movimento, grazie al sistema di illuminazione manuale, detto anche Plug-on Flash. Per progetti in ambienti chiusi esiste il flash da studio. Sia nel sistema di illuminazione che nel flash da studio potete regolare la potenza, per cui il grande spettro dell’emissione luminosa regolabile rappresenta un ulteriore vantaggio della luce del flash, rispetto alla luce continua.

Foto di un flash esterno con sistema di presa

In generale la luce del flash è molto potente, permettendo di lavorare anche in tempi d’esposizione brevi. Grazie a questa durata di esposizione ridotta, è possibile bloccare movimenti, rilevanti per le foto con persone e animali in movimento.

La luce del flash ha però uno svantaggio, che rende difficile la vita ai principianti. Il flash è sincronizzato generalmente con la camera e si accende solo per un periodo breve, rendendo impossibile la valutazione dell’efficienza della luce in anticipo. L’effetto ottenuto è visibile solamente dopo che la foto è stata scattata. Nonostante ciò conviene lavorare con la luce del flash ed esercitare il suo utilizzo, perché la luce del flash offre molteplici possibilità di uso, grazie alle sue prestazioni e regolazioni.

Chi non desidera installare uno studio fotografico a casa, può utilizzare la potente intensità luminosa di un sistema di illuminazione esterno. Esso può essere inserito nell’impugnatura della macchina fotografica-da sopra- e sincronizzato così con la macchina stessa. In alternativa il sistema del flash può essere attivato manualmente. Ciò significa che è utilizzato esternamente su un treppiedi, in maniera tale che la luce del flash non venga dalla stessa direzione dalla quale viene scattata la fotografia. Ci sono diverse possibilità per sincronizzare il flash con l’apparecchio fotografico. Da un lato il flash e la macchina possono essere collegati tramite un cavo. Dall’altra esiste per alcuni modelli la possibilità di sincronizzare il sistema con il flash integrato (la cosiddetta funzione di master di un flash). La terza possibilità è il flash telecomandato, per il quale deve essere acquistato un set di rilascio del flash.

Conclusione

Le luci artificiali offrono, rispetto alla luce solare, il vantaggio di essere controllabili. Questo controllo permette di riprodurre le condizioni di luce perfetta in tutte le circostanze, e non solo una volta. Se le condizioni per la luce naturale non sono buone, per esempio in ambienti chiusi in inverno, le luci artificiali possono essere usate per migliorare radicalmente la qualità delle foto.

Le lampade a luce continua e la luce del flash possono essere anche combinate in maniera ottimale, utilizzando così le potenzialità di entrambi le fonti di luce. La luce continua permette un’illuminazione di base ben riuscita e il flash aggiunge quel giusto tocco in più.

Altri contributi