• Fiori blu – macro foto con lo smartphone.

    Macro fotografie con lo smartphone

    In molti settori della fotografia e soprattutto nella vita quotidiana, la macchina fotografica è ormai stata sostituita dagli smartphone. Ovviamente, soprattutto nei settori più artistici e professionali della fotografia, le fotocamere reflex continuano ad avere un grandissimo vantaggio in termini di qualità. Quando si parla di macro fotografia, cioè fotografare gli animali, i fiori e tanti altri dettagli da molto vicino, la fotocamera dello smartphone mostra i suoi limiti. Per fortuna, per arginare questo problema ci sono ovviamente alcuni trucchi e gadget con i quali è possibile scattare macro fotografie anche con uno smartphone.

    Consigli generali per le macro fotografie

    Distanza dall’oggetto

    Le foto macro sono scatti fatti da molto vicino. Soprattutto con uno smartphone è essenziale avvicinarsi molto al soggetto. Cerca di metterti a una distanza di 2-7 cm dal soggetto e mettilo a fuoco o metti a fuoco l’area che desideri. Dato che gli smartphone hanno dei limiti di distanza molto diversi, potresti dover aumentare o diminuire la distanza.

    Funzione di blocco AE/AF

    Per non perdere la messa a fuoco, la funzione di blocco AE/AF è necessaria quando cambi altre impostazioni. Una volta attivata la funzione di blocco, il focus e l’esposizione rimangono invariate.

    Se possiedi un iPhone, ti basterĂ  toccare con il dito lo schermo nel punto che desideri mettere a fuoco, fino a quando il puntatore non pulsa. Togli poi il dito dal display e la funzione di blocco AE/AF rimarrĂ  attiva.

    Funzione di blocco AE/AF attivata in un iPhone

    ProfonditĂ  di campo

    Nella macro fotografia la profondità di campo è veramente ridotta. Lo sfondo non viene messo a fuoco e rimane sfocato. Rispetto ad una fotocamera reflex, con uno smartphone non è possibile regolare la profondità di campo, il tipo di apertura del diaframma, la lunghezza focale o la distanza dal soggetto.

    Con uno smartphone si può determinare la distanza dal soggetto. Più ci si avvicina al soggetto, minore sarà la profondità di campo. Sfrutta questo effetto per un risultato davvero eccezionale: scatta la tua foto non appena il soggetto a fuoco emerge chiaramente dallo sfondo sfocato.

    Macro scatto di un fungo: lo sfondo e il primo piano sono sfocat. Solo la parte centrale è messa a fuoco.
    Sfondo e primo piano sfocato, solo la parte centrale dell’immagine è a fuoco.

    Posizione di scatto senza oscillazioni

    Soprattutto nella macro fotografia, il minimo movimento durante lo scatto della foto può portare a una sfocatura non desiderata. Usando una base solida dove poggiare le mani o lo smartphone si possono impedire tremolii o movimenti della fotocamera.

    Ci sono anche dei treppiedi specifici per smartphone che possono essere molto facili da montare o da fissare a qualsiasi oggetto.

    Luce

    Anche quando scatti delle macro foto assicurati di avere una buona luce e di non oscurarla quando ti avvicini all’oggetto. Sul soggetto scelto deve infatti esserci la maggiore quantità di luce possibile.

    Obiettivi macro per smartphone

    L’utilizzo di un obiettivo macro assicura che la scala di riproduzione, cioè il rapporto tra le dimensioni effettive dell’oggetto e le dimensioni dell’immagine sul sensore fotografico, sia il più grande possibile. Per ottenere questo effetto, la distanza tra obiettivo e sensore viene aumentata. Questo effetto si applica sia ai macro obiettivi per fotocamere che per smartphone.

    Per gli smartphone esistono delle lenti speciali che si fissano alla fotocamera del telefono con un gancetto, un magnete, un elastico o un anello di metallo autoadesivo. Questi obiettivi macro o “close-up” per smartphone sono molto piccoli e anche piuttosto economici rispetto, ad esempio, ai modelli disponibili per fotocamere reflex. A seconda delle qualità degli obiettivi, questi gadget sono disponibili anche in set con fisheye a partire da 20 CHF. Non tutti gli obiettivi sono però adatti agli smartphone. Prima di acquistare un macro obiettivo verifica quindi la compatibilità dell’attacco con il tuo smartphone.

    Uno smartphone/iPhone con un macro obiettivo con clip.

    L’obiettivo viene fissato allo smartphone in modo che non si vedano i bordi del gadget. Con questo tipo di obiettivi macro ci si deve avvicinare molto all’oggetto da fotografare; per questo ti consigliamo di scegliere un soggetto fermo o dal movimento lento.

    Obiettivo macro DIY

    Se non vuoi investire molto in obiettivi speciali che ti permettano di fare macro fotografie, di seguito ti spieghiamo come costruirne uno utilizzando delle vecchie lenti.

    Riciclo di vecchie lenti

    Per realizzare il tuo macro obiettivo hai bisogno di una lente che possa creare un effetto ingrandente. Puoi utilizzare una lente da un vecchio lettore CD, DVD, un puntatore laser o da una vecchia macchina fotografica usa e getta. Ora dovrai collegare la lente al tuo obiettivo dello smartphone. Per farlo puoi utilizzare un fermaglio per capelli o una forcina e del nastro. Un’altra idea è quella di rimuovere il macro obiettivo da un grandangolare per fotocamera reflex e fissarlo allo smartphone con un gancio.

    Gocce d’acqua

    Usare una goccia d’acqua? Ebbene sì! Trattandosi di una sola goccia, il tuo smartphone non dovrebbe subire alcun danno. Puoi utilizzare un contagocce e posizionarne una o due esattamente sull’obiettivo della fotocamera. La goccia d’acqua funziona come una lente macro e crea quindi un effetto di ingrandimento. Grazie alla tensione superficiale la goccia non scivola e sei pronto a scattare la tua foto.

    Newsletter-Anmeldung

    Newsletter

    Si iscriva alla newsletter di ifolor e sia il primo a sapere di promozioni, innovazioni o post ispiratori del blog. Si registri ora. Non vediamo l'ora di avere sue notizie!

    Altri contributi