Come fotografare i bambini

I consigli di ifolor

I bambini sono vivaci, pensano con la loro testa e hanno il solo obiettivo di divertirsi. Per questo riuscire a fotografarli rappresenta spesso una vera e propria sfida. Qui trovate un piccolo manuale che raccoglie consigli e accorgimenti utili che potrete seguire per realizzare delle foto espressive e di qualità. Guardate anche il nostro video!

Ad altezza d’occhi

Se i bambini vengono fotografati dall'alto, si ottengono foto poco espressive e le figure, già piccole, vengono ulteriormente rimpicciolite. Per i ritratti o gli scatti frontali vi consigliamo quindi di fotografare i bambini ad altezza occhi. Mettetevi in ginocchio o fotografate il bambino posizionandolo alla vostra altezza.

Fotografie in serie

I bambini sono veloci e cambiano le loro espressioni facciali di continuo, in pochi secondi la vostra scena può trasformarsi radicalmente. Per riuscire a cogliere il momento perfetto, vi consigliamo di scattare delle foto in serie. Se scattate più foto di una stessa scena, potete alla fine scegliere quella che preferite o conservarle tutte e avere così un piccolo servizio fotografico in cui raccogliere gli scatti migliori.

Tempo di esposizione corto

I bambini son quasi sempre in movimento e per questo motivo è indispensabile scegliere dei tempi di esposizione brevi. Non importa che si tratti di un tuffo dal trampolino o di una corsa al parco - con il giusto tempo di esposizione riuscirete a immortalare questi movimenti in modo autentico.

Riprese a rallentatore

Se oltre alle foto volete realizzare anche dei video, allora vi consigliamo di ricorrere ad un effetto in particolare: il rallentatore. Molti smartphone hanno ormai questa funzione e, nel caso il vostro modello non ne sia datato, potete sempre elaborare il video al computer in un secondo momento. Con questo effetto potete dare un tocco in più anche ai filmati più brevi- per esempio riprendendo un salto da un'altalena.

Risoluzione elevata

Durante il fotoritocco al computer si nota molto spesso che i soggetti fotografati sono troppo lontani. Se scattate le vostre foto in lontananza, vi consigliamo di scegliere una risoluzione d'immagine elevata, in modo da poter poi zumare e tagliare la foto al pc senza ottenere dei risultati sfuocati.

Naturalezza

I genitori fanno sempre volentieri foto ai loro bambini, ma non dovrebbero mai insistere troppo e obbligare i propri figli a mettersi in posa. Qui bisogna sempre ricordarsi: se il bambino non ha voglia, non ha voglia. Se invece le foto vengono scattate in modo spontaneo e senza un’eccessiva preparazione, si otterranno dei risultati più naturali e, cosa più importante, il vostro bambino non ne sarà infastidito.

Mantenere le distanze

I bambini desiderano una cosa più di ogni altra: giocare. Per questo, un impulso naturale non dovrebbe mai essere sacrificato nel nome di una noiosa ossessione per la foto perfetta. Concedete al vostro bambino il suo spazio di libertà e mantenete sempre un po' di distanza. Questo vale sia per i singoli momenti della vita quotidiana, che per le foto scattate durante i pasti. Di sicuro le vostre foto non perderanno alcuno charme.

Diventare uno di loro

In alcuni casi può essere una buona idea trovarsi immersi nella situazione che si vuole fotografare. Durante i giochi con gli amici o i fratelli può essere persino emozionante mescolarsi tra i bambini e fotografare dalla loro prospettiva. Fate sempre attenzione però a non disturbare i bambini e chiedete sempre prima se è quello che desiderano anche loro.

Tempo e pazienza

La cosa più importante è la pazienza. I bambini pensano con la loro testa e bisogna accettare che non tutti i soggetti possono riuscire al primo colpo. Dovete avere pazienza e non mettere il bambino sotto pressione. Dovete entrambi cercare di divertirvi in questa situazione!

Renderli partecipi

La maggior parte dei bambini si lascia volentieri fotografare. Come piccolo stimolo potete anche proporgli un gioco durante il servizio fotografico. Potete, per esempio, lanciargli un oggetto e aspettare che loro lo afferrino e quindi scattare la foto e registrare quel particolare attimo. Non importa se poi succede qualcosa di inaspettato - la cosa più importante è che il bambino si senta a suo agio e che si creino dei momenti divertenti.

Una nuova prospettiva

Per delle riprese diverse dal solito potete sfruttare a vostro favore lo spirito di scoperta e la voglia di giocare dei vostri bambini. Mentre vanno in altalena, si dondolano e si arrampicano o ancora durante magiche esplorazioni si vengono a creare molti scenari interessanti per le vostre foto. Avrete una prospettiva del tutto nuova e foto mai viste. Giocate con loro e seguiteli nelle loro scoperte - rimarrete stupiti dalle opportunità che questa diversa prospettiva vi può offrire.

Gli occhi come punto di riferimento

Niente è espressivo come gli occhi. Fate attenzione, quando fotografate e soprattutto nel caso di ritratti, che gli occhi siano i veri protagonisti della foto. Non importa se il bambino guarda direttamente nella fotocamera o se il suo sguardo è rivolto altrove- in qualsiasi caso la centralità degli occhi darà alla foto la giusta espressività.

Divertirsi

Per finire, ricordatevi che il vostro motto deve sempre essere il divertimento. Sia voi che i vostri bambini dovreste essere a vostro agio durante le foto. Una foto non deve mai essere un'imposizione, ma al contrario cercare di risultare spontanea e naturale. Se notate che quello non è il giorno giusto per scattare foto, è meglio mettere via la macchina fotografica e godersi in altro modo il tempo con vostro figlio.

Altri contributi